Palazzo Bahia

Marrakech, Marocco • Gennaio 2016

#VAL_START#3#VAL_END#

In breve

Il Palazzo Bahia è un palazzo di Marrakesh considerato un capolavoro dell’architettura tradizionale marocchina. Tappa accessibile a tutti? Scopriamolo.

Il Palazzo Bahia è uno dei luoghi più belli di tutta Marrakech.
Fu eretto in tempi relativamente recenti (seconda metà del 19° secolo) per volontà del Gran Visir Dar Si Moussa e l’apporto successivo del suo figlio Ba Ahmed rispecchiando l’architettura tradizionale dei Riad, le tipiche case marocchine.
E’ considerato uno dei Riad storici più importanti di tutta la capitale Imperiale, sia in termini di architetture che anche per le sue grandi dimensioni
Per addentrarci al suo interno è necessario attraversare il suo giardino esterno che funge quasi da cuscinetto fra il caos della Medina e la pace che regna sovrana all’interno del Palazzo. Un magnifico contrasto.
Una volta entrati nel Palazzo Bahia è facile rimanere storditi da questa struttura labirintica con stanze che si snodano in modo davvero intricato. Un’anomalia architettonica che che si spiega nelle continue modifiche nelle fasi costruttive che si sono succedute nel corso degli anni e non per rendere il più ostico possibile l’incontro tra la moglie e le molteplici concubine come invece qualcuno sostiene. 

La parte più antica, Dar si Moussa, si compone di un cortile nel quale svettano cipressi, banani, aranci e fontane e si presenta ai nostri occhi come la parte meno ricca di decorazioni di pregio.
E’ invece nelle parti più recenti del Palazzo Bahia, volute dal figlio del Visir Ba Ahmed che l’impiego di arabeschi e motivi decorativi conferisce all’intera area un aspetto più opulento e sfarzoso.

Tutte le sue stanze sono vuote a causa del susseguirsi di continui saccheggi compiuti anche dalle sue spose di Ba Ahmed che, alla sua morte, svaligiarono quasi completamente le meraviglie contenute al suo interno

Un vero peccato.

Il punto forte del Palazzo Baia è sicuramente l’Harem delle Concubine di una bellezza cristallina sia per i ricchi pavimenti ed i pilastri in legno della galleria, sia per i legni intarsiati e le incisioni calligrafiche. Le concubine vivevano attorno a questo grande cortile rettangolare, largo 30 metri e lungo 50 metri, con al centro una grande fontana rettangolare, con una vasca più piccola, e di forma rotonda, ed una terza di cui rimane solo il basamento. 

Camini con questo caldo?

Alcune stanze presentano dei camini, realizzati con rivestimenti di piastrelle marocchine ma in realtà accessori posticci coloniali voluti dal generale francese Lyautey, che soffriva il freddo durante la stagione invernale a Marrakech

Tutto è perfettamente accessibile a palazzo Bahia ed un portatore di handicap in carrozzina sarà in grado di muoversi senza particolari problemi all’interno dell’edificio. 
Non tutte le stanze hanno una rampa di accesso che permetterebbe di evitare qualche fastidioso gradino ma le più importanti sono perfettamente accessibili in autonomia da chiunque.

Foto del Palazzo Bahia

I PIÙ RECENTI

Gli articoli più recenti pubblicati sul blog