Begijnhof

Amsterdam • Olanda • Ottobre 2019

#VAL_START#4#VAL_END#

In breve

Begijnhof è un quartiere di Amsterdam talmente nascosto che può sfuggire se si dà un’occhiata poco attenta della città. Sarebbe un vero errore: entriamo a scoprire cosa nasconde al suo interno e valutiamo l’accessibilità!

Forse non tutti sanno che dietro un portone in piazza Spui, in pieno centro di Amsterdam, si nasconde uno dei luoghi più particolari della città: il quartiere di Begijnhof. Questo incredibile luogo altro non è che un cortile medievale dove un tempo vivevano le beghine, le donne appartenenti ad una confraternita cattolica.

La sua storia ha origini antiche, addirittura sconosciute: in un periodo indefinito del Trecento questo cortile fu trasformato in residenza per le beghine, donne che conducevano una vita simile alle monache ma disponendo di maggiore autonomia e libertà. Quando nel Cinquecento fu imposto il divieto di professare la fede cattolica Begijnhof rimane l’unica istituzione cattolica a sopravvivere grazie al fatto che le case erano di proprietà delle beghine. Di contro però dovettero rinunciare alla cappella che però venne sostituita con una chiesa nascosta dietro le facciate di alcune case proprio come una vera e propria chiesa clandestina (ancora oggi visitabile).

L’ultima beghina è sopravvissuta fino al 1971 e le case affacciate sull’antico cortile sono abitate da privati.
La beghina è più famosa fu Cornelia Arens: la leggenda narra che la donna desiderasse essere sepolta nel fosso anziché in chiesa ma quando morì venne sepolta all’interno della chiesa. La mattina seguente la bara giaceva inspiegabilmente nel fosso, come il suo desiderio. Il fenomeno si ripeté più volte finché fu deciso di allestire la sua tomba proprio nel fosso.

Il quartiere di Begijnhof è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00. Durante questo orario è possibile visitare anche la cappella e camminare lungo vialetti riservati ai visitatori.

Davvero interessante dare un’occhiata a Begijnhof se sei ad Amsterdam: è incredibile scoprire come d’incanto questo silenzioso e tranquillo cortile in pieno centro. Al suo interno il silenzio è davvero surreale interrotto solo dai canti che, durante la mia visita, arrivavano dalla piccola e nascosta chiesa (assolutamente da visitare).

Superando il portone dal quale si accede a Begijnhof è possibile osservare sulla sinistra la famosa casa “Houten Huys“, costruita nel 1528, una delle due sole case di legno ancora esistenti ad Amsterdam. Attualmente questa casa funge ancora da abitazione. 

Begijnhof è una perla di Amsterdam nascosta e rara: il quartiere è perfettamente accessibile a tutti e privo di barriere architettoniche e per questo motivo la sua visita è consigliata a tutti, anche ad un disabile con la sedia a rotelle.

Foto di Begijnhof

I PIÙ RECENTI

Gli articoli più recenti pubblicati sul blog